L’olio extravergine d’oliva: il suo grasso è simile al latte materno

By on ottobre 4, 2013

Uno dei condimenti più utilizzati nella dieta mediterranea è l’olio d’oliva, un ingrediente ricco di principi nutritivi essenziali per l’organismo e il benessere, oltre naturalmente a essere molto buono e gustoso. Tra le innumerevoli proprietà attribuite a questo prezioso alimento, recentemente, è stata messa in luce anche una certa similarità tra il grasso dell’olio extravergine di oliva con i lipidi contenuti all’interno del latte materno.

olio evo
I livelli di Omega 3 e Omega 6 sono, a paragone di altri alimenti, quelli che più si avvicinano al latte materno, secondo un esperto del settore.
Il professor Saverio Pandolfi, membro del Consiglio Nazionale Ricerche dell’Istituto di Genetica Vegetale, conosciuto anche con l’acronimo di Cnr-Igv, ha esposto la sua interessante relazione a Roma in occasione della presentazione della Maratona dell’olio, che si svolgerà il prossimo mese, dal 15 al 17 novembre ad Alviano, in provincia di Terni.
L’olio extravergine contiene oleuropeina e oleocantale, elementi essenziali all’interno di un regime alimentare vario ed equilibrato. La prima è una molecola capace di rendere le arterie più elastiche, abbassando i livelli della pressione ed è responsabile del sapore amaro delle olive. La seconda invece, ha indiscusse antinfiammatorie naturali ed è alla base di numerosi medicinali analgesici e calmanti.
Integrare questo condimento quotidianamente nella propria dieta offre, quindi, non solo vantaggi in termini di gusto e sapore ma anche di benessere e salute per l’organismo.
Il ricercatore pone però l’attenzione sulla lavorazione delle olive al frantoio affinché questi nutrienti possano arrivare integri all’organismo.
Sono molti ormai gli studi che mettono l’olio extravergine al centro di ricerche sulla salute, l’idea di paragonarne i grassi agli elementi contenuti nel latte materno rafforza ulteriormente questa idea.
L’olio extravergine di oliva, grazie all’alto contenuto di acidi grassi e proteine, è in grado di abbassare il colesterolo e svolge un’azione riparatrice confronti dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento, protegge il fegato e aiuta a far percepire prima il senso di sazietà.
I nutrizionisti ne consigliano principalmente l’utilizzo a crudo, anche se questo alimento mantiene le sue proprietà organolettiche intatte anche ad alte temperature.
Il latte materno, proprio la sua importanza nella nutrizione dei neonati è considerato un alimento perfetto sotto molti punti di vista grazie all’apporto di acidi grassi essenziali. L’olio extravergine fornisce una quantità di questi nutrienti relativamente simile ed è per questo consigliato a qualsiasi età. Non importa se presente o meno all’interno del regime alimentare di una persona, a qualsiasi latitudine questo alimento fornisce all’individuo preziosi elementi nutritivi, anche se non è mai stato presente nella dieta quotidiana.

[sws_facebook_share]
[author]
[sws_related_post]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)