Male all’ utero in gravidanza

By on maggio 13, 2013

Gonfiore, spossatezza, problemi di ritenzione idrica, pressione alta e diabete sono indubbiamente sintomi normali, e spesso ricorrenti, nei periodi di dolce attesa.

male utero in gravidanza

[sws_related_postleft showpost=”3″] [/sws_related_postleft]

In realtà oltre a questi disturbi, possono esserne elencati una lunga serie di altri fastidi come ad esempio dei dolori alla zona uterina. Nessun campanellino d’allarme, se i dolori non sono lancinanti, si tratta di una normale e naturale reazione del corpo alla gravidanza.

Soprattutto intorno al raggiungimento del quinto mese (periodo in cui il bimbo è ormai formato), è possibile accusare dei dolori (intesi come fitte) nel basso ventre. L’intensità e la tipologia di male è molto simile a quella mestruale o preciclo. È possibile, talvolta, che il dolore sia così intenso da raggiungere anche la zona della vulva, ma anche in questo caso, nessuna preoccupazione, si tratta di una cosa del tutto normale che tutte le donne in gravidanza passano e soprattutto superano!

L’unica cosa importante è imparare a riconoscerlo e ad approcciarsi a lui in modo corretto. Cercate di ascoltare il vostro corpo monitorando le situazioni in cui questi dolori compaiono prendendo nota della loro frequenza. È normale il loro presentarsi a seguito di un rapporto sessuale, dopo uno sforzo di media/alta intensità o dopo una passeggiata troppo lunga o faticosa. Non suggestionatevi e non perdete la calma. Fermatevi e riposatevi, i dolori così come sono arrivati andranno via da soli! Solo se fermandovi e rilassandovi, il dolore non diminuisce, oppure, se la sua frequenza ed intensità aumenta consultare il medico.

[sws_related_postright showpost=”2″] [/sws_related_postright] Nei mesi di gravidanza è fortemente sconsigliato, se non addirittura proibito in alcuni casi, l’uso di farmaci. Dunque niente Moment Rosa o affini per alleviare i dolori. Ci sono però una serie di altri rimedi che possiamo chiamare “naturali” che possono aiutare a rendere il dolore più sopportabile o comunque ridurne l’intensità. Inutile precisare che la percezione del dolore è molto soggettiva e che ciascuno di noi ha una soglia più o meno bassa con cui misurare la propria resistenza al fastidio.

Un nemico del dolore è sicuramente il movimento. Cercate di non “imbruttirvi” e non crogiolarvi nella vostra scusa di donna incinta per recidere i rapporti con la vostra vita reale (quella che riprenderete a pieno ritmo dopo la maternità!). Tenete la mente e soprattutto il corpo in attività. Evitate di stare troppo tempo sedute o stese a letto (questi consigli ovviamente non sono da intendersi validi per una gravidanza a rischio, per la quale solo il vostro medico ginecologo è in grado di suggerirvi la più appropriata terapia da seguire) anche perché stando troppe ore in questa posizione costringerete il vostro coccige e la vostra colonna ad un duro sforzo. Cercate di scaricare il peso che state accumulando usando tutte le ossa ed i muscoli del vostro corpo. Camminate! Anche 20 minuti di passeggiata lenta due volte al giorno, possono darvi sollievo sia per i dolori uterini sia per i problemi di gonfiore. Camminando infatti farete fluire meglio il sangue, permettendo al vostro corpo di non accumulare troppa ritenzione. Anche le vostre mani ed i vostri piedi troveranno giovamento da una circolazione attiva!

Un altro rimedio “naturale” contro i dolori da gravidanza è quello di concedersi una lunga doccia o bagno caldo. Il calore aiuterà i vostri vasi a dilatarsi facendo circolare meglio il sangue, vi sentirete più leggere, più sgonfie e più forti (e sarete più disposte a sopportare qualche dolorino). Inoltre il calore aiuterà i legamenti ed i vostri muscoli del bacino anteriore.

[sws_facebook_share]

[author]

[sws_related_post]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.6/10 (9 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Male all' utero in gravidanza, 6.6 out of 10 based on 9 ratings