Male al collo

By on febbraio 10, 2014

I dolori al collo colpiscono molte persone, ma spesso non sono molto gravi. Nella maggior parte dei casi sono dovuti a posture scorrette in ufficio, mentre si lavora al computer, oppure a posizioni scomode assunte durante il sonno, ma anche se si praticano sport oppure attività che richiedono un’insolita fatica.

collo
Nella maggior parte dei casi, i dolori al collo sono risolvibili a casa con semplici metodi naturali e qualche accortezza. Se il dolore persiste è necessario consultare un medico e probabilmente sottoporsi a una radiografia, che permetta di identificare l’origine del dolore.
Se ci si sveglia con un dolore al collo, molto probabilmente esso è riconducibile alla posizione scomoda assunta durante la notte: in questo caso si possono fare semplici esercizi volti a riabilitare i muscoli del nostro collo.
Ruotare lentamente il collo aiuta infatti ad allungare i muscoli contratti. All’inizio potrebbe essere doloroso, ma gradualmente la sensazione di dolore si allevierà. Per flessibilizzare il collo lo si deve muovere avanti, indietro, verso sinistra e verso destra.
Se il dolore è fastidioso, si possono assumere antiinfiammatori come paracetamolo o ibuprofene: spesso infatti si tratta di un dolore passeggero. Molto salutare non soltanto contro il dolore al collo, ma per rilassare tutti i muscoli del corpo, è una doccia tiepida di prima mattina. La sera potete optare per un bagno caldo, che aiuta a migliorare la circolazione e ad alleviare la tensione accumulata durante una giornata di lavoro. Al bagno si possono aggiungere dei sali, che danno immediatamente una sensazione di relax.
L’acqua calda stimola il flusso sanguigno, quindi durante il giorno, si può appoggiare una borsa dell’acqua calda sul collo. Se il dolore è intenso, però, è meglio del ghiaccio, che anestetizza.
Molto utili potrebbero anche essere i massaggi con degli oli essenziali, di citronella o lavanda, che hanno proprietà curative. Allo stesso modo, un balsamo alle erbe può avere un effetto analgesico.
Come abbiamo detto, nella maggior parte dei casi il dolore al collo non è preoccupante, ma in alcune situazioni è meglio consultare un medico. In particolare, è consigliabile andare immediatamente al prontosoccorso, se oltre al torcicollo, si avvertono dolori lancinanti e improvvisi alle braccia o alle spalle, se le braccia o le mani sono intorpidite o se non si riesce a toccare il petto con il mento.
Il medico normalmente è in grado di riconoscere le cause del dolore e indicare la terapia più adatta, a volte però sono necessari ulteriori esami di approfondimento: i più comuni sono la radiografia, la tomografia computerizzata (TAC) e la risonanza magnetica. Se il medico nutre il sospetto che il dolore sia causato dalla compressione di un nervo, questi prescriverà l’elettromiografia, che consiste nell’inserimento di piccoli aghi nella pelle per verificare quali nervi funzionano e quali no.
Dopo la diagnosi, il medico potrà consigliare una fisioterapia, che normalmente riesce ad eliminare il dolore. Soltanto nei casi più gravi è necessario intervenire chirurgicamente, ma questo non avviene quasi mai.
Naturalmente, anche per i dolori al collo, la cura migliore è la prevenzione: imparare ad assumere una postura corretta alla scrivania è fondamentale. Se trascorrete molto tempo alla scrivania, è importante cercare di stare diritti e non incurvarsi. Ogni ora ci si dovrebbe alzare e fare due passi. Lo stesso vale per gli automobilisti: se si è costretti a guidare per ore di seguito, è consigliabile sgranchirsi le gambe e i muscoli di tutto il corpo regolarmente.

[sws_facebook_share]
[author]
[sws_related_post]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Redazione

Author: Redazione

Info su redazione