La tossina che rilassa: il botulino

By on febbraio 21, 2013

La tossina che rilassa è in realtà la tossina prodotta da un noto batterio, il Clostridium botulinum e può essere considerata come uno dei più potenti veleni naturali esistenti. La stessa viene spesso utilizzata a livello cosmetico per correggere piccoli difetti del volto.

Il famoso botulino può essere utilizzato solo in alcune zone del volto, in particolare per la correzione delle rughe d’espressione tra le sopraciglia, attorno agli occhi e in prossimità del naso.

botulino

[sws_related_postleft showpost=”2″] [/sws_related_postleft]

In realtà l’Autorizzazione ministeriale ne permette l’uso solo tra le sopraciglia, ma ci si è accorti che anche gli altri usi sopra citati sono risultati molto utili.

Come agisce la tossina botulinica?

All’inizio è stato detto che si tratta di uno dei veleni più potenti del mondo, ma non bisogna preoccuparsi poichè l’effetto letale viene svolto solo acquisito in abbondanti quantità. Per uso estetico si sfruttano piccolissime quantità che vanno ad agire direttamente nelle sinapsi bloccando la produzione del neurotrasmettitore.

Per poter comprendere meglio la funzione rilassante della tossina botulinica è necessario fare qualche piccolo accenno al funzionamento della contrazione muscolare. Essa è permessa grazie alla presenza nello spazio sinaptico, cioè tra una cellula nervosa e l’altra, di un neurotrasmettitore che prende il nome di acetilcolina e che viene rilasciato da una delle due pareti sinaptiche. L’acetilcolina trova poi dei recettori, cioè delle strutture ad essa affini, sull’altra parete sinaptica e appena viene captata da essi inizia la contrazione muscolare. Se, quindi , la produzione di acetilcolina nello spazio sinaptico viene bloccata, in questo caso della tossina botulinica, la contrazione non avviene più e il muscolo è costantemente in fase rilassata.

C’è chi nota, in pazienti trattati con questa tossina, un aspetto e un’espressività più rilassati, dovuti alla mancanza della contrazione muscolare costante.

Come viene somministrata la tossina botulinica e da chi:

Questo tipo di trattamento viene effettuato attraverso delle infiltrazioni sottocutanee con l’uso di siringhe dotate di aghi molto sottili che pertanto non richiedono trattamenti anestetizzanti. Tutto ciò deve essere effettuato da medici autorizzati che hanno seguito dei corsi appositi di preparazione.

Ci sono dei rischi nell’uso estetico della tossina botulinica?

Si, ma sono legati solo ad uno scorretto uso di essa, dato da ripetizioni del trattamento troppo ravvicinate, oppure problemi legati all’asimmetria del viso dopo il trattamento.

Il trattamento è definitivo?

No, ha un’efficacia di circa 90 giorni, trascorsi i quali, la contrazione muscolare regolare riprenderà gradualmente infatti è sconsigliato ripetere la seduta immediatamente, ma sarà possibile farlo dopo qualche mese.

[author]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)