Formicolio mani e piedi di notte

By on agosto 31, 2017

A tutti sarà capitato almeno una volta nella vita, di avvertire uno strano e fastidioso formicolio agli arti, in modo particolare a mani e piedi, durante la notte. Di solito una simile sensazione è semplicemente provocata dall’assunzione di posizioni scomode per lungo tempo.

Durante il riposo notturno può capitare di assumere posizioni particolari e di sottoporre a pressione determinate parti del corpo, comportando al risveglio quella classica sensazione di intorpidimento e formicolio. Ciò accade quando il flusso sanguigno è in qualche modo ostruito parzialmente. Di solito la sensazione scompare nel giro di pochi secondi, muovendo gli arti e modificando la posizione. In alcuni casi però, la sensazione di formicolio può essere provocata da disturbi molto gravi e presentarsi a prescindere dall’assunzione di posture scomode.

Tra le cause principali del formicolio agli arti notturno c’è l’osteocondrosi cervicale, ovvero la presenza di ernie o di un principio di artrosi localizzato tra le vertebre cervicali. In questi casi è opportuno rivolgersi al proprio medico ed eseguire costanti esercizi posturali per alleviare il fastidio.

Anche la sindrome del tunnel carpale, disturbo molto diffuso, che colpisce soprattutto chi utilizza mani e polsi per compiere movimenti di precisione, può causare il formicolio alle mani.

Spesso il formicolio notturno di mani e piedi è strettamente legato a ritenzione idrica o ad un’alimentazione scorretta. In questi casi basta fare attenzione all’idratazione quotidiana, bevendo almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno ed integrare nella propria dieta alimentare il giusto quantitativo di alimenti contenenti vitamina B.
Altri semplici rimedi che aiutano a ridurre l’insorgenza del formicolio agli arti, in modo particolare delle mani, consistono nel bagnare i polsi con acqua fresca prima di coricarsi, bere un cucchiaio di olio di semi o indossare una polsiera qualora si svolgessero lavori di precisione durante la giornata, in modo tale da proteggere nervi ed articolazioni.
Esistono poi tre differenti patologie che possono influire sul corretto funzionamento del flusso sanguigno e che si distinguono dai disturbi appena descritti per una maggior gravità.

La sclerosi multipla, una malattia neurovegetativa che colpisce in modo particolare i nervi ottici, il cervelletto ed il midollo produce un netto abbassamento del livello di sensibilità degli arti, che conseguentemente accentua il formicolio a mani e piedi e la sensazione di intorpidimento.
Anche una trombosi venosa, caratterizzata dalla presenza di coaguli all’interno del sistema venoso che impediscono il normale flusso sanguigno, diminuendo l’apporto di ossigeno ai tessuti, è tra le principali cause di intorpidimento degli arti nelle ore notturne o anche diurne. Qualora il formicolio dovesse essere accompagnato da altri sintomi, come dolore acuto o arti freddi, è essenziale recarsi tempestivamente al pronto soccorso.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Author: Federica Barcè

Sono Federica Barcè, una psicologa clinica, ma ciò che mi contraddistingue è la passione e la curiosità per il mio lavoro, passione che coltivo da anni con tenacia, energia e dedizione. Mi sono laureata presso la Facoltà di Psicologia di Padova, ad indirizzo Clinico-Dinamico, e risulto iscritta all’albo degli Psicologi del Veneto con il numero 7475. Mi sono specializzata in Psicoterapia e Ipnosi clinica presso la SIIPE di Roma (Scuola Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ipnotica) e sono socia della SII (Società Italiana di Ipnosi). Uno dei miei ambiti di interesse è la salute, intesa come equilibrio della mente e del corpo, e nel mio percorso ho approfondito come mente e corpo si possono reciprocamente influenzare, sia nel generare la malattia, sia nella possibilità di guarirla. La passione per i mondi diversi dal mio nasce già da ragazzina, quando mi divertivo ad ascoltare e ad osservare le persone, fonte di infiniti stimoli per me, ed è grazie a questo interesse che ho potuto sviluppare e ampliare certe mie caratteristiche e risorse, così come mi piace fare con le persone che incontro. Perché ogni persona ha un potenziale dentro di sé che spesso non viene sufficientemente riconosciuto e sviluppato. Ed è questo il mio principale obiettivo, accompagnare le persone nel viaggio alla ricerca delle proprie risorse, quelle che ci permettono di affrontare la vita con più serenità e coraggio. A tutti può capitare di sentirsi sopraffatti dagli eventi, incastrati nel proprio piccolo mondo dove non si vedono spiragli di luce, e questo porta a chiudersi sempre di più nella stretta realtà di ogni giorno pensando che sia l’unica possibile. Invece un’alternativa c’è sempre, basta saperla cercare e trovare, imparando a vivere le esperienze e a saperle utilizzare… e improvvisamente tutto appare diverso ai nostri occhi e la realtà si riempie di nuovi colori, forme, odori e sapori. E’ sufficiente concedersi una possibilità!