Denti storti da ciuccio

By on settembre 19, 2017
Il ciuccio, oggetto di comune utilizzo per placcare il malessere del neonato, potrebbe essere causa di alcuni difetti che col passare del tempo possono essere notati con maggior facilità e comportano delle conseguenze tutt’altro che piacevoli da vedere.

Il ciuccio e la dentatura del piccino

Il ciuccio, come facilmente notabile, è uno strumento che viene utilizzato dai genitori per diverse motivazioni tra cui spicca quella principale, ovvero quella che consiste nell’evitare che il piccino pianga senza alcuna interruzione.
Questa particolare situazione non fa altro che creare una potenziale situazione di pericolo per la dentatura del piccino: durante i primi mesi di vita il palato e gli stessi denti tendono a svilupparsi e l’introduzione del ciuccio, soprattutto per lunghi lassi temporali, altro non fa che comportare una situazione particolarmente dannosa per la bocca.
In primo luogo sarà possibile notare che i denti superiori risulti essere maggiormente sporgenti, visto che l’arcata superiore verrà leggermente allargata comportando proprio questo genere di aspetto estetico tutt’altro che piacevole da vedere.
In alcuni casi accade il fenomeno contrario: i denti superiori tendono ad essere maggiormente arretrati rispetto quelli inferiori, creando quindi una malformazione che comporta anche delle problematiche funzionali che non devono essere sottovalutate.
Inoltre il ciuccio comporta quel fenomeno che viene definito come morso aperto: i denti inferiori e quelli superiori, venendo modificati nella loro formazione, lasciano un piccolo spazio nel quale, generalmente, il piccino interpone la lingua.

Quando si manifestano questi difetti

I difetti prima citati non sono sinonimo di sicurezza, ovvero non è assicurato al cento per cento che questi colpiscano ogni piccino al quale viene dato il ciuccio.
Bisogna infatti sottolineare come sia il tempo d’utilizzo dello stesso strumento a fare in modo che le malformazioni della dentatura siano maggiormente visibili oppure no.
Occorre mettere in risalto il fatto che, se il ciuccio viene utilizzato per brevi lassi temporali, queste malformazioni non saranno visibili visto che la dentatura avrà tutto il tempo necessario per potersi sistemare senza alcuna complicazione o intervento.
In caso contrario si rischia invece una situazione opposta ovvero quella che consiste in una malformazione visibile a occhio nudo fin da subito.

Come combattere tale problematica

Se il ciuccio viene abbandonato entro l’anno e mezzo la composizione dei denti e della mascella tende a tornare alla normalità in maniera autonoma.
In caso contrario sarà necessario l’intervento del logopedista e del dentista in maniera tale che la dentatura del piccino possa essere sistemata ed eventuali problemi relativi alla deglutizione ed anche al parlare possano essere combattuti in maniera completa e senza alcuna complicazione.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)